<< Torna

Matteo D'incà

Curriculum

Nato il 27 agosto 1979 a Belluno.
Chitarrista, batterista, contrabbassista, esperto di editing digitale, cura produzioni autonome per l'etichetta "In Fuga-suoni corsari".
Ha collaborato e collabora con vari artisti.
Come arrangiatore e musicista ha lavorato per Alessio Bonomo al disco "Un altro mondo" (edizioni Rosso di sera), al tour del 2006 nei maggiori super club italiani e alla realizzazione del brano "Il pagliaccio" con la partecipazione del grandissimo Alessandro Haber e della cantautrice Momo.
Con Andrea Rivera collabora dal 2007, partecipando ai tour teatrali, musicali e alla realizzazione dei dischi "Bruno eddio" e "Prossime aperture", suonandovi chitarra, basso, contrabbasso, mandolino e componendo la musica del brano "favole per bambini".
Ha partecipato al tour del 2008/2009 in Italia ed Europa del cantautore Peppe Voltarelli (ex Parto delle nuvole pesanti), testimoniato dalla pubblicazione del live "Duisburg Praga Nantes", registrato in gran parte dallo
stesso Matteo D'incà .
Sempre per Voltarelli ha prodotto interamente il nuovo brano "'U paisi di ciucci".
Ha collaborato alla realizzazione del disco "Stelle ai piedi" della cantautrice Momo e alle date di presentazione del disco, edito da Bompiani.
Sta realizzando il nuovo lavoro di Paolo Zanardi, producendo e mixando parte del nuovo disco.
Come batterista ha realizzato il capolavoro omonimo della band Wongole, il nuovo lavoro della band "Non voglio che Clara", "Cohai" del gruppo Ent.
Ha prodotto il singolo della band "BREST", "canzoni giocattolo".
Ha partecipato a spettacoli teatrali ("From A to D" di Daria Deflorian e Antonio Tagliarini e La Caduta) e condiviso il palco in occasioni varie con Roy Paci, Riccardo Sinigallia, Daniele Silvestri, Lucariello, Luca Venitucci, l'enorme Filippo Gatti, Roberto Dellera, Fabrizio Spera, Andrea Pesce, Bobo Rondelli, HER.
Ha avuto la fortuna di aprire i concerti di Manu Chao, The Wailers e Skiantos (quando aveva 17 anni, sperando poi di essere preso, anche gratuitamente, come roadie) e passato un intera serata con il suo unico idolo vivente, Adrian Belew.
Ha terminato di recente la realizzazione del suo primo lavoro solista "C'è qualcosa di gentile", di cui è uscita una prima edizione limitata già terminata.
Ha fondato a Roma "i tre mariti", un trio con Ivo Parlati e Matteo Pezzolet
Entro settembre verrà pubblicato il disco "C'è qualcosa di gentile live", realizzato con una super band di 8 elementi.
Sta partecipando ad un recital dedicato al grande cantautore Matteo Salvatore con l'attore Federico Rosati, Alessio Bonomo e Gerardo Casiello.

Appassionato di letteratura, lingua e storia del vicino e medio oriente, si è laureato nel 2003 presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, con una tesi sulla poesia politica in Pakistan e Iran, ottenendo la votazione di 110 e lode e una serie di borse di studio che gli hanno permesso di trasferirsi per dei periodi in Iran. 

Prenota una lezione di Prova Gratuita con Matteo D'incà

  • E APPROFITTA DELLO SCONTO DEL 50% SULL'ISCRIZIONE
Contattaci